lunedì 16 ottobre 2017

SEGNALAZIONI: DOMENICA 22 OTTOBRE secondo appuntamento INFANZIE IN GIOCO

Domenica 22 ottobre alle ore 16.30 si terrà il secondo appuntamento della rassegna "Infanzie in gioco" di Ruotalibera, presso Centrale Preneste Teatro. 

Lo spettacolo, Giochi di magia matematica è diretto e ideato da Ennio Peres, famoso enigmista e giocologo italiano. 

GIOCHI DI MAGIA MATEMATICA
Ennio Peres cercherà di dimostrare che dietro la matematica c’è un mondo affascinante e divertente.  Nel corso di questo incontro presenterà una quindicina di giochi di prestigio, basati su ragionamenti matematici piuttosto semplici, ma abilmente dissimulati, con l'intento primario di mostrare la Matematica sotto un’angolazione più accattivante.
(Per i bambini dai 6 anni e per le famiglie).

Ennio Peres 
Idea e regia: Ennio Peres

Alle 18.30, sul palco di Centrale Preneste, Ennio Peres presenterà il suo nuovo libro Matematica per comuni mortali. Giochi, numeri curiosi, enigmi, paradossi, logica e strategia (Salani Editore). (Ingresso libero).



Domenica 22 ottobre ore 16, 30 - Centrale Preneste Teatro, via Alberto da Giussano n. 58, Roma






mercoledì 11 ottobre 2017

SEGNALAZIONI: DOMENICA 15 OTTOBRE parte l'edizione 2017/18 di INFANZIE IN GIOCO a Centrale Preneste Teatro

A Roma, a partire da domenica 15 ottobre, riprende la rassegna di teatro per bambini "Infanzie in gioco" che Ruotalibera propone a Centrale Preneste Teatro (zona Pigneto Malatesta) da vari anni. Inaugura la stagione lo spettacolo (dai 4 anni in su) Danze sui trampoli e racconti dell'antica tradizione circense della Compagnia Teatro Potlach. Ecco i dettagli e la sinossi dello spettacolo che andrà in scena presso Centrale Preneste alle 16.30 di domenica 15 ottobre:

martedì 10 ottobre 2017

Natalia Ginzburg, tra immaginazione e realtà, parola e memoria

Pochi giorni fa è ricorso l’anniversario della morte di Natalia Ginzburg (Palermo, 14 luglio 1916 – Roma, 7 ottobre 1991), scrittrice che ha lasciato in eredità ai suoi lettori non solo meravigliosi romanzi, ma anche acute - talvolta insuperate - riflessioni su temi di varia natura. Pubblichiamo un prezioso contributo di due giovani studiose che analizza il tema del rapporto tra immaginazione, realtà, parola e memoria attraverso una lettura incrociata di Lessico famigliare e Vita immaginaria.


Natalia Ginzburg. Immaginazione e realtà, memoria e parola tra Vita immaginaria e Lessico famigliare


«Da bambini e da giovani» – esordisce Natalia Ginzburg nel saggio del 1974 Vita immaginaria contenuto nell’omonima raccolta – «essere soli e in ozio significava per noi costruire immediatamente luoghi immaginari, e vicende e storie, di cui eravamo i protagonisti. Luoghi e storie, li riempivamo di persone, alcune inventate, altre scelte nella nostra vita reale».
È una Natalia adulta e disincantata quella che qui rievoca una precisa e fondamentale dimensione dell’infanzia: la vita immaginaria, lo spazio intimo e solitario della Natalia bambina.
Nel saggio Vita immaginaria è tematizzato espressamente il profondo intreccio che si dà fra mondo immaginario, infanzia, pratica della memoria e vita reale, elementi tutti che caratterizzano anche Lessico famigliare, scritto circa 10 anni prima. Un intreccio che costituisce non solo l’oggetto di riflessione, ma anche la peculiare struttura formale dell’autobiografia ginzburghiana, quel flusso ininterrotto della coscienza racchiuso – ci dice Cesare Garboli – in libri impalpabili quanto alla struttura, e piuttosto scritti dal vento. Scrive Garboli a proposito della tangenza fra vita immaginaria, ricordo e vita reale:

domenica 8 ottobre 2017

Due giorni in un eremo: facciamo il Ponti della situazione!

Lo scorso fine settimana, dal 30 settembre al primo ottobre, si è svolto Impariamo a leggere, la residenza organizzata dall'associazione culturale Hamelin di Bologna (importante punto di riferimento in Italia per la letteratura per ragazzi, il fumetto e l'albo illustrato). Noi di Cartastraccia eravamo lì, sui colli bolognesi, precisamente all'Eremo di Ronzano, circondati dal silenzio e dal verde: un'atmosfera meditativa nella quale abbiamo gettato tanto caos, mille idee e un bel po' di divertimento.

Del corso, diviso in due sezioni (una rivolta al visivo, l'altra alla letteratura per giovani adulti), abbiamo seguito la prima parte dedicata a un autore di albi illustrati: il maestro Claude Ponti! Un tuffo nel mondo – più corretto sarebbe dire nei mondi – di quest'autore e illustratore francese dalla bibliografia vastissima. Anche se non tutti gli albi sono editi in Italia (quelli pubblicati nel nostro paese devono la loro diffusione alla casa editrice Babalibri), Ponti è uno di quegli autori che, consapevolmente o no, tutti hanno sfogliato almeno una volta. Di solito le biblioteche mettono in esposizione sugli scaffali alcuni dei suoi libri più famosi; una scelta il più delle volte obbligata a causa del grande formato degli albi (più comodo esporli che tenerli nello scaffale). Io stessa ho avuto per un anno intero sotto gli occhi il Catalogo dei genitori senza mai leggerlo. Perché per iniziare ad amare Ponti occorre fare uno sforzo – probabilmente è tale solo per gli adulti – nel leggere (Ponti scrive tanto), nell'osservare (Ponti disegna tantissimo), nell'accettare l'assurdo e la complessità dei suoi universi psichedelici, nel lasciarsi guidare affidandosi al gioco.

mercoledì 4 ottobre 2017

"La piccola lanterna" di Ghassan Kanafani

La piccola lanterna è un libro per bambini di Ghassan Kanafani (Acri, 9 aprile 1936 - Beirut, 8 luglio 1972), un autore noto soprattutto per la sua produzione letteraria rivolta agli adulti. Scritto più di cinquant'anni fa, La piccola lanterna fa vibrare la sua luce anche in tempi, luoghi e circostanze lontane da quelle in cui ha preso forma (come d'altra parte capita spesso ai libri ben riusciti e a quelli dei grandi scrittori: in questo caso le due cose si verificano insieme). 
Per i lettori di lingua italiana, esiste un'edizione bilingue (ed. Sardegna-Palestina 2014) con testo arabo a fronte che riproduce in anastatica la versione originale della fiaba scritta e illustrata da Kanafani nel gennaio del 1963. 
La scelta della riproduzione del testo originale in anastatica (adottata anche nella precedente edizione/traduzione in lingua inglese) è particolarmente felice, data l'importanza che questo libro venne ad assumere nella storia della letteratura araba per l'infanzia anche dal punto di vista della tecnica iconografica, della campitura, dell'assemblaggio di illustrazione e scrittura:
Scrivendo questo racconto nel 1963, Kanafani diviene di fatto il precursore della letteratura per l’infanzia palestinese contemporanea, considerando che la rivista Dar al-Fata al-Arabi vede la luce solo undici anni dopo. Uno dei maggiori autori e illustratori arabi per l’infanzia, l’egiziano Mohieddin Ellabad, co-fondatore di Dar al-Fata al-Arabi, pubblicherà anni dopo dei libri usando la stessa scelta stilistica di Kanafani, cioè del testo scritto nelle illustrazioni. (Dall’Introduzione di Giuseppe Pusceddu a La piccola lanterna)

giovedì 28 settembre 2017

Luci d'infanzia. Ricerca di mercato sui prodotti in commercio per i bambini

 https://amisuradibimbo.com
I prodotti di illuminazione per bambini si possono suddividere in tre categorie: quelli tradizionali (a sospensione, applique, etc.), “le luci per accompagnare il sonno” e i giochi che funzionano a partire dalla luce.


Per quanto riguarda il primo gruppo, esistono due diversi approcci nei confronti degli apparecchi decorativi:

lunedì 4 settembre 2017

FIGURIAMOCI! Incontro del 22/06/2017 a tema NON-SENSE

Ecco i libri che abbiamo sfogliato allo scorso incontro di FIGURIAMOCI! Il gruppo di lettura Albi illustrati e Fumetti coordinato da Rita Petruccioli e Leyla Vahedi che si tiene mensilmente all'HulaHoop di Roma. La partecipazione è libera, ad ogni incontro si decide insieme il tema dell'incontro successivo. Il prossimo incontro sarà giovedì 21 settembre, alle 19 e il tema è FOTOGRAFICO: libri e fumetti illustrati con la fotografia o che si ispirano alla fotografia, o ancora che parlino di fotografi e del fotografare. 

Ecco invece cosa abbiamo visto e discusso per l'incontro NON SENSE di giugno scorso: 



K. Oikawa, M. Takeuchi, Cerchio triangolo elefante!, Phaidon 2017
F. Matticchio, Jones e altri sogni, Rizzoli Lizard 2016
L. Ortolani, Ratman, Anno X, n. 56, Settembre 2006
I. Asano, Buonanotte Punpun, Franco Cosimo Panini 2016
F. Tonetto, Rufolo, Eris 2016
F. Hanks, I shall destroy all the civilized planets!, Fantagraphics Books 2007 (fumetti del 39, 40 e 41)



lunedì 12 giugno 2017

FIGURIAMOCI! Incontro del 23/5/2017 a tema LIQUIDO

Ecco i libri che abbiamo sfogliato allo scorso incontro di FIGURIAMOCI! Il gruppo di lettura Albi illustrati e Fumetti coordinato da Rita Petruccioli e Leyla Vahedi che si tiene mensilmente all'HulaHoop di Roma. La partecipazione è libera, ad ogni incontro si decide insieme il tema dell'incontro successivo. 



Il tema dell'ultimo incontro era LIQUIDO e questi i libri:


D. Igarashi, Children of the Sea, Planet Manga Panini Comic 2014

S. Mattiangeli, C. Sitja Rubio, Gli altri, Topipittori 2014

J. Van Hamme, F. Vallés, I maestri dell’orzo, Linea Chiara 2013

J. Jacobs, E così conoscerai l’universo e gli dèi, Eris Edizioni 2017

E. Houdart, Il guardaroba, Logos Edizioni 2012

H. Ricardo, M. Silvetti, Mare, La Nuova Frontiera Junior 2014

S. Vecchini, Sualzo, Fiato sospeso, Tunué 2011

A. Socal, Cry me a river, Coconino Press 2017

Tadao Tsuge, Radure sconfinate, vol. 1, La mia vita in barca, Coconino Press 2016

Fred, Philemon, tomo 2, Le naugrafe du “A”, Dargaud 2003

giovedì 25 maggio 2017

SCELTE DI CLASSE! I migliori libri del 2016

Venerdì 26, a partire dalle 10.30 alla Casina del Cinema di Roma, ci saranno le premiazioni dei libri più votati dai ragazzi del premio Scelte di Classe.
Ma andiamo con ordine, cos'è Scelte di Classe?

Scelte di Classe è un progetto dell'associazione culturale Playtown di Roma, progetto della Tribù dei lettori, seleziona i migliori libri dell'anno precedente per le fasce 5-7, 8-10, 11-13 e quest'anno anche 3-5 da un comitato di 13 persone tra librai, bibliotecari, promotori della lettura ed esperti.

Ecco i libri di ciascuna selezione. Per la fascia 3-5: Chi ha il coraggio (Minibombo), Nino (Logos), Il serpente tanto solo (Orecchio Acerbo), Vita da rana (Passabao), Ti sfido a non sbadigliare (Edizioni Clichy), A nanna (Babalibri), Una tigre all'ora del tè (Mondadori).
Per la fascia 5-7 anni: Il libro delle cose reali e fantastiche (Lapis), Milioni di gatti (Elliot), Martedì (Orecchio Acerbo), Filo magico (Terre di mezzo), Come? Cosa? (Orecchio Acerbo), Animali sbagliati (Vanvere), Biagio...quante avventure (Babalibri).
Per la fascia 8-10 anni: Fedoro (Il Castoro), Quella peste di Sophie (Donzelli), Pinna morsicata (Marcos y Marcos), Lady Agata e i tanto abominevoli yeti gentili (Salani), Ultimo venne il verme (Bompiani), Ascolta. Salmi per voci piccole (Topipittori), Le volpi non mentono mai (Rizzoli).
Per la fascia 11-13: Il rinomato catalogo Walker & Dawn (Mondadori), Miss Marvel (Panini Comics), Il piccolo Regno (Bompiani), Nove braccia spalancate (San Paolo), L'albero delle bugie (Mondadori), Roller girl (Il Castoro), La stagione delle conserve (Piemme).


Da questa selezione nasce un catalogo: strumento indispensabile per operatori e insegnanti con le schede dei libri, tante immagini, spunti di lavoro e prolungamenti di lettura.


Con questa selezione, l'associazione Cartastraccia ha lavorato nelle scuole con i ragazzi e la prossima settimana presenterà i vincitori e la selezione nelle biblioteche Raffaello, Cornelia, Aldo Fabrizi e Valle Aurelia. I libri sono stati letti, analizzati, giocati, riletti e drammatizzati, ridisegnati e riscritti e soprattutto giudicati e votati dai ragazzi. 

venerdì 14 aprile 2017

FIGURIAMOCI! Incontro dell'11/04/2017 a tema RITMO




Il tema dell'ultimo incontro, come si deduce chiaramente dalla copertina disegnata ad hoc, omaggio graditissimo di Bruno Letizia, è stato RITMO! Quelle due sugli sportelli della Ritmo sono Leyla e Rita, che ne sono lusingatissime e soprattutto ricordano che questo gruppo è sì coordinato da loro, ma che non sarebbe così luminoso senza tutte le persone dietro quella valanga di libri. 

Abbiamo visto libri ritmati dal punto di vista della narrazione per immagini e parole, libri modulari, libri avvincenti e ultra veloci e libri che hanno provato a illustrare i ritmi melodici, la canzone e la vita di alcuni musicisti dal ritmo irresistibile. Ecco la lista: 

G. Berardi, T. Sergio, Ken Parker. A proposito di gioielli e di imbrogli, Panini Comics 2005
L. Sussman, Sex in the city. Manuale di sopravvivenza sessuale per la donna di oggi, Logos 2005
M. Quintanilha, Tungsteno, Edizioni BD 2016
T.-M. Le Thanh, R. Dautremer, Elvis, Donzelli 2009
G. Darrow, The Shaolin Cowboy, Dark Horse Comic 2014
Masashi Tanaka, Gon, Star Comics 2003 
Negib, Haddon Hall. Quando David inventò Bowie, Bao Publishing 2013
J. e A. Ahlberg, Giochi d'ossa, Edizioni E. Elle 1980
D. Gliori, A spoonful for you, Orchad Books 1995
G. Stella, G. Caliceti, In ogni Pinocchio, Topipittori 2016
G. Staccioli, R. Schmid, È arrivato l'ambasciatore. Giochi cantanti e danzati della tradizione europea, Istituto geografico De Agostini 1980
B. Springsteen, F. Caruso, Outlaw Pete, Mondadori 2016
C. Blain, Gus. 1. Nathalie, Bao Publishing 2014 

e il libro più RITMO di tutti ovviamente, perché risultato vincitore del concorso "trova un albo illustrato o un fumetto con una RITMO dentro" indetto da Rita:

A. Recupero, C. Di Clemente, Non c'è trucco, Tunuè 2010

giovedì 9 marzo 2017

CREATO - pittura di Hassan Vahedi

L'associazione Cartastraccia è lieta di invitarvi all'esposizione





CREATO - Pittura di Hassan Vahedi 
Castello Aragonese, Piazza Castello, Reggio Calabria
1-25 aprile 2017


Inaugurazione sabato 1 aprile, ore 17


Orari di visita: dal martedì alla domenica, 9-13, 15.30-18.30

Esposizione  e catalogo a cura dell’associazione Cartastraccia
con il sostegno dell’Istituto culturale dell’Ambasciata della Repubblica Islamica dell’Iran 


e il patrocinio del Comune di Reggio Calabria



In prima nel dipingere la superficie faccio un quadrato grande, quanto mi piace d’anguli dritti: il quale mi serve per una finestra aperta, onde si possa vedere l’historia

Leon Battista Alberti, De Pictura



Si presenta in mostra al Castello Aragonese di Reggio Calabria dal primo al 25 aprile 2017 una selezione di lavori a olio su tavola dell’artista Hassan Vahedi. 
Il mare della città di Reggio Calabria, l’affaccio sull’Etna, oltre alla campagna umbra, hanno ispirato una serie di lavori a olio e smalto su tavola che l’artista ha eseguito dal 2013 al 2016 e che ora propone in un’esposizione curata dall’associazione Cartastraccia (col patrocinio del Comune di Reggio Calabria e il sostegno dell’Istituto culturale dell’Ambasciata della Repubblica islamica dell’Iran). 
La selezione comprende circa 50 dipinti frutto di assemblaggio di materiali lignei di riuso, dove si scorrono onde impetuose, paesaggi affollati, esplosioni cosmiche, magma spaccato.
Dal recupero di porte, persiane, vecchi mobili di legno, Hassan Vahedi costruisce le sue “tele”, come un moderno Leon Battista Alberti, crea la sua “finestra aperta”, per guardare, far guardare, ma soprattutto aprire. Contrariamente a quella pittura che incornicia il mondo, lo limita e imbellisce, qui il segno spesso deborda, invade le cornici, allarga lo sguardo e con esso denuncia l’impossibilità di contenere un universo pulsante, agitato da correnti sotterranee. Eppure sarebbe riduttivo limitarsi al soggetto - acque, terre e fuochi - perché protagonista - come sempre nel lavoro di Hassan Vahedi - è la pittura, e l’urgenza di portare in immagine il brulicare ineffabile, sormontante, eccessivo del mondo. 


Artista iraniano, Hassan Vahedi è fortemente legato alla città di Reggio Calabria, porta sul Mediterraneo e crogiolo di civiltà e culture, dove l’artista ha raccolto schizzi e impressioni che rifluiscono nel suo lavoro. Il mare e l’affaccio sull’Etna, gli scorci della città e il suo castello hanno ispirato una serie di lavori su legno che l’artista ha eseguito dal 2013 al 2016 e che ora propone in un’esposizione curata dall’associazione Cartastraccia. La selezione comprende circa 50 dipinti a olio su tavola dedicati a alberi e campagna, mare, cosmo e vulcani. 
Hassan Vahedi è pittore, incisore e scultore. Nato nel 1947 a Tehran, si è diplomato in pittura presso la locale Accademia di Belle Arti. Negli anni Settanta prende parte al gruppo “Talere Iran”, si trasferisce a Roma, dove si diploma in pittura con Montanarini e Trotti e in scultura con Fazzini e Greco all’Accademia di Belle Arti di Roma. Ha partecipato a numerose mostre collettive e personali in Italia, Iran, Germania, Francia, Lussemburgo, Svizzera, Brasile. Vive e lavora a Roma.


Attività per bambini connesse all’esposizione: 
*visite e laboratori gratuiti per le scuole dell’infanzia e primarie alla mostra: dal 18 al 21 aprile tutte le mattine su prenotazione a straccialacarta@gmail.com
*letture e laboratorio presso la Biblioteca comunale Pietro de Nava (Via Demetrio Tripepi, 9) per bambini a partire dai 4 anni: mercoledì 19 aprile alle 16.30, ingresso libero fino a esaurimento posti

Catalogo a cura dell'associazione Cartastraccia con testi di Enrico Meo, Angela Pellicanò, Nanni Riccobono.



venerdì 3 marzo 2017

FIGURIAMOCI! Incontro del 28/2/2017 a tema LUCE



Ringraziamo questo mese l'illustratrice Cecilia Campironi per la copertina e tutti i partecipanti che, ragionando intorno al tema LUCE, hanno portato e discusso questi libri: 


*Coralie Bickford Smith, La volpe e la stella, Salani 2016
*Par Cromwell, James Fenimore Cooper, L'ultimo dei Mohicani, Kleiner flug 2013
*Torben Kuhlmann, Moletown, Orecchio Acerbo 2015
*Marino Neri, Cosmo, Coconino Press 2016
*Jean Roussen, Emmanuelle Walker, Beautiful Birds, Flying Eye Books 2015
*Fabio Moon, Gabriel Bá, Daytripper, Planeta de Agostini 2010
*Guido Crepax, Art&Fashion. Valentina nel paese della moda, Mondadori Comics 2015
*Lizi Boyd, Giochi di luce, Terre di mezzo 2016
*Mitsumata Anno, Ce jour là, École des Loisirs 1978


martedì 21 febbraio 2017

SEGNALAZIONI Leggere prima di leggere: albi illustrati e libri app alla Biblioteca Centrale Ragazzi


Abbiamo il piacere di invitarvi all'incontro "Leggere prima di leggere. Albi illustrati e libri app per l'età prescolare" lunedì 27 febbraio alle ore 15.30 presso la Biblioteca Centrale Ragazzi di Roma, in via San Paolo alla Regola 17.

L'incontro nasce da una ricerca condotta da Leyla Vahedi per il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale dell'Università La Sapienza di Roma. Saranno mostrati albi illustrati e alcune app dando la possibilità ai partecipanti di decifrarne modalità comunicative e caratteristiche. La lettura degli albi e l'interazione digitale infatti contribuiscono oggi sempre di più alla trasmissione culturale infantile. 
L'incontro è pensato per insegnanti, bibliotecari, appassionati. 

Informazioni e prenotazioni: bibliotu

venerdì 17 febbraio 2017

SEGNALAZIONI: mostra di Nanni Riccobono a Spazio 23, a Roma

L'associazione Cartastraccia è lieta di invitarvi all'inaugurazione 
della personale di pittura di Nanni Riccobono 

Fiori, paesaggi

sabato 25 febbraio, ore 18

Spazio 23
via Alberto Ferrero 23, Roma (Metro: Flaminio)